Tra le realtà emergenti del nostro territorio, quando parliamo di tradizione e tecnologia abbinate alla produzione di vino, non possiamo non menzionare Varvaglione, l’azienda più vicina al cuore della città di Taranto, dal 1921.

Varvaglione rappresenta un esempio significativo di come, attraverso l’amore e la passione nei confronti di questa generosa terra, si possano produrre vini eccezionali apprezzati ed esportati in quasi tutti i mercati esteri.

Condotta da Cosimo e Maria Teresa Varvaglione, l’azienda è supportata da una squadra di collaboratori dinamici e motivati, tra cui i figli di Cosimo e Maria Teresa, che rappresentano l’attuale quarta generazione.

Lo spirito di innovazione legato alla ricerca costante e all’evoluzione della cantina, passa attraverso la cura e la selezione scrupolosa delle uve presenti nel vitigno e il controllo meticoloso del processo di vinificazione, grazie alla presenza e al lavoro giornaliero di un enologo interno e della consulenza dell’Università degli Studi di Bologna e di quella di Udine, che forniscono mensilmente il loro supporto.

vigne varvaglione

Ed è così che, ad oggi, l’azienda Varvaglione colleziona riconoscimenti importanti non solo per la pregiata qualità dei propri vini, ma anche per il progetto ambizioso di racchiudere in una bottiglia la cultura ed il fascino di un territorio caratterizzato da colori e sapori autentici. Ciò che ne deriva è un’azienda in continua evoluzione, articolata in tre unità produttive: l’impianto di vinificazione e affinamento, il luogo di imbottigliamento e la distilleria con una produzione in crescita di Primitivo, Negroamaro, Malvasia e Aglianico da uva rossa, Verdeca, Falanghina, Malvasia e Fiano da uva bianca. Inoltre, per quanto concerne i vitigni internazionali, vinifica lo Chardonnay rispettando le caratteristiche del territorio salentino.

varvaglione_azienda

Nel 2011 l’azienda ha festeggiato il suo 90° anniversario lanciando un prestigioso vino chiamato “Papale”.  Il nome del vino il “Papale” deriva da Papa Benedetto XIII, appartenente alla famiglia Orsini che nel 1700 possedeva un piccolo appezzamento di terra vicino alla cittadina di Manduria, conosciuta come Contrada Papale, in cui si coltivavano uve e si produceva vino Primitivo inviato anche alla santa sede. Benedetto XIII fu nominato Papa nel 1724 ed è stato l’unico originario della Puglia. Proprio a questa elezione e alle sue celebrazioni, l’azienda dedica il retro dell’etichetta con un articolo preso dal giornale di Napoli risalente al lontano 29 Maggio del 1724.

Varvaglione Vigne & Vini attualmente è presente in oltre 36 nazioni del mondo e basa la sua produzione su oltre  120 ettari di terreni dedicati alle culture dei vini con il suo marchio.

Da sempre attenta alla cura e al miglioramento della cantina, realizzata nello stile tradizionale delle masserie locali, Varvaglione consente a chi vuole conoscere e gustare la bontà dei suoi preziosi vini di visitare l’azienda.

Visita il sito di Varvaglione Vigne e Vini

Varvaglione Vigne e Vini sarà presente al Due Mari WineFest
1-2 ottobre 2016
Piazza Coperta (Taranto)

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *